Prevedibile evoluzione della gestione

 

Il Piano Strategico 2020-2022, presentato a novembre 2019, si focalizza su un modello di business sostenibile e pienamente integrato, che il Gruppo ha adottato sin dal 2015, in grado di cogliere le opportunità derivanti dalla transizione energetica e legate a trend globali che stanno cambiando il settore energetico: decarbonizzazione ed elettrificazione. La digitalizzazione delle reti e l’adozione di piattaforme per tutte le attività relative ai clienti saranno fattori abilitanti della strategia del Gruppo che mira ad accelerare lo sviluppo delle rinnovabili a compensazione di una riduzione della generazione da fonti termiche. In particolare, il Piano di investimenti 2020-2022 prevede che:

  • gli investimenti in decarbonizzazione ammonteranno a circa 14,4 miliardi di euro (il 50% del Capex totale) e saranno finalizzati allo sviluppo di nuova capacità rinnovabile e alla graduale sostituzione degli asset a generazione convenzionale. Il contributo alla crescita dell’EBITDA derivante dalla decarbonizzazione sarà pari a 1,4 miliardi di euro nell’arco di piano. Si prevede che la capacità rinnovabile sul totale raggiunga il 60% in tre anni, guidando l’aumento della redditività del parco impianti e aumentando la produzione a zero emissioni di CO2 fino al 68% nel 2022. La netta accelerazione della crescita in rinnovabili supporterà il Gruppo nell’obiettivo di raggiungere la totale decarbonizzazione del mix di generazione entro il 2050; 
  • circa 1,2 miliardi di euro di investimenti saranno dedicati all’elettrificazione dei consumi, facendo leva sulla crescita e la diversificazione della base clienti retail e sulle efficienze collegate al trasferimento delle attività su piattaforma. Il contributo atteso di tali investimenti alla crescita dell’EBITDA di Gruppo ammonta a 0,4 miliardi di euro; 
  • circa 13 miliardi di euro saranno investiti nei fattori abilitanti della transizione energetica, infrastrutture ed ecosistemi e piattaforme, per migliorare la qualità e la resilienza delle reti attraverso la digitalizzazione e creando servizi e infrastrutture a sostegno della decarbonizzazione e dell’elettrificazione. Il contributo atteso alla crescita dell’EBITDA è di circa 1,1 miliardi di euro. 

In totale si prevede che il Gruppo investa 28,7 miliardi di euro nell’arco di piano che porteranno a un EBITDA atteso di 20,1 miliardi di euro nel 2022. Oltre il 90% degli investimenti agirà direttamente su tre SDG principali: SDG 7 (Energia Pulita e Accessibile), SDG 9 (Imprese, Innovazione e Infrastrutture) e SDG 11 (Città e Comunità Sostenibili), contribuendo, dunque, all’SDG 13 relativo al cambiamento climatico.
Con riferimento alla politica di dividendi, Enel continuerà a corrispondere, lungo l’arco di piano, il più elevato tra un dividendo del 70% sull’utile netto ordinario consolidato e un dividendo per azione minimo garantito, con un tasso annuo di crescita composto dell’8,6% del DPS implicito e del 7,7% del DPS minimo.
Nel 2020 sono previsti:

  • l’accelerazione degli investimenti, a supporto della crescita industriale e finalizzati a guidare la decarbonizzazione, nelle energie rinnovabili, in particolare in America Latina e Nord America;
  • ulteriori progressi nella digitalizzazione delle reti di distribuzione, prevalentemente in Italia e America Latina, con l’obiettivo di migliorare la qualità del servizio e aumentare la flessibilità e resilienza della rete; 
  • l’incremento degli investimenti dedicati all’elettrificazione dei consumi, con l’obiettivo di valorizzare la crescita della base clienti, e al continuo efficientamento, sostenuto dalla creazione di piattaforme globali di business. 

I progressi raggiunti per ciascuno dei fattori abilitanti e dei princípi fondamentali del Piano Strategico ci consentono di confermare gli obiettivi economico-finanziari per il 2020. Inoltre, sulla base degli elementi chiave sopra esposti, qui di seguito si ricordano gli obiettivi economico-finanziari su cui si basa il Piano Strategico 2020-2022 del Gruppo.

     

Obiettivi finanziari

     

 

2019

2020

2021

2022

CAGR (%) 2019-22

EBITDA ordinario (€mld)

17.9

18.6

19.4

20.1

+3.9%

Utile netto ordinario (€mld)

4.8

5.4

5.8

6.1

+8.3%

Pay-out ratio

70%

70%

70%

70%

-

DPS implicito (€/azione)

0.328

0.37

0.40

0.42

+8.6%

Dividendo minimo per azione (€)

0.32

0.35

0.37

0.40

+7.7%

 Link di approfondimento