Infrastrutture e Reti

Dati operativi

Trasporto di energia elettrica

Milioni di kWh

   
 

2019

2018

2019-2018

Energia trasportata sulla rete di distribuzione di Enel  (1)

504.027

484.377

19.650

4,1%

- di cui Italia

224.587

226.460

(1.873)

-0,8%

- di cui Iberia

126.454

124.865

1.589

1,3%

- di cui America Latina

137.295

117.412

19.883

16,9%

- di cui Europa ed Affari Euro-Mediterranei

15.691

15.640

51

0,3%

Utenti finali (n.)

73.258.840

72.945.664

313.176

0,4%

Utenti finali con Smart meters attivi (n.)44.668.53843.770.085898.4532,1%

(1) Il dato del 2018 tiene conto di una più puntuale determinazione delle quantità trasportate.

L’incremento dell’energia trasportata sulla rete è da ricondurre principalmente:

  • all’America Latina (+16,9%) a seguito dell’acquisizione, in data 7 giugno 2018, di Enel Distribuição São Paulo, società di distribuzione elettrica brasiliana; 
  • alla Romania (+0,3%) dove l’incremento deriva principalmente dai nuovi allacci effettuati sui clienti business (+21,4 GWh), parzialmente compensato da una riduzione sui clienti residenziali (-21,1 GWh); 
  • all’Italia (-0,8%) dove l’energia distribuita ai clienti finali attraverso le reti è stata pari a 224,58 TWh, in lieve diminuzione rispetto al valore dell’anno precedente, pari a 226,46 TWh. Tale diminuzione riflette la diminuzione della domanda di energia elettrica dei clienti in media tensione (-1,2 TWh) e dei clienti in alta tensione (-1 TWh). Stabile la domanda di energia elettrica dei clienti in bassa tensione; 
  • all’Iberia (+1,3%) dove l’incremento è dovuto essenzialmente all’aumento dell’energia trasportata da Edistribución Redes Digitales SL.

       

Frequenza media di interruzioni per cliente

 

2019

2018

2019-2018

SAIFI (n. medio)

    

 Italia

1,9

1,8

0,1

5,6%

Iberia

1,4

1,6

(0,2)

-12,5%

Argentina

6,0

6,7

(0,7)

-10,4%

Brasile

5,8

6,2

(0,4)

-6,5%

Cile

1,6

1,5

0,1

6,7%

Colombia

6,8

9,0

(2,2)

-24,4%

Perù

2,8

2,8

-

-

Romania

4,1

3,8

0,3

7,9%


Durata media di interruzioni per cliente

 

2019

2018

2019-2018

SAIDI (minuti medi)

    

 Italia

48,5

47,2

1,3

2,8%

Iberia

75,8

79,5

(3,7)

-4,7%

Argentina

1.214,1

1.485,4

(271,3)

-18,3%

Brasile

728,8

716,8

12,0

1,7%

Cile

184,1

178,0

6,1

3,4%

Colombia

666,6

710,0

(43,4)

-6,1%

Perù

418,9

436,0

(17,1)

-3,9%

Romania

169,6

173,8

(4,2)

-2,4%

Come evidenziato in tabella le interruzioni del servizio più significative si registrano in Argentina, in particolare per guasti ai sistemi di trasmissione di alta tensione non gestiti dal Gruppo.

   

 

2019

2018

2019-2018

Perdite di rete (% media)

    

 Italia

4,7

4,7

-

-

Iberia

7,5

7,5

-

-

Argentina

15,5

14,9

0,6

4,0%

Brasile

12,8

12,4

0,4

3,2%

Cile

5,0

5,0

-

-

Colombia

7,7

7,7

-

-

Perù

8,2

7,9

0,3

3,8%

Romania

9,7

9,8

(0,1)

-1,0%

     

Risultati economici

   

Milioni di euro

   
 

2019

2018

2019-2018

Ricavi

21.789

19.968

1.821

9,1%

Margine operativo lordo

8.278

7.539

739

9,8%

Risultato operativo

5.277

4.787

490

10,2%

Investimenti

3.905

3.830

75

2,0%

Nelle seguenti tabelle sono evidenziati i risultati economici del 2019 suddivisi per Regione/Paese.

Ricavi

Milioni di euro

   
 

2019

2018

2019-2018

Italia

7.647

7.672

(25)

-0,3%

Iberia

2.724

2.671

53

2,0%

America Latina

11.033

9.275

1.758

19,0%

- di cui Argentina

1.166

1.033

133

12,9%

- di cui Brasile

6.946

5.629

1.317

23,4%

- di cui Cile

1.467

1.348

119

8,8%

- di cui Colombia

641

533

108

20,3%

- di cui Perù

813

732

81

11,1%

Europa ed Affari Euro-Mediterranei

386

385

1

0,3%

Altro

60

43

17

39,5%

Elisioni e rettifiche

(61)

(78)

17

21,8%

Totale

21.789

19.968

1.821

9,1%

Margine operativo lordo

Milioni di euro

   
 

2019

2018

2019-2018

Italia

3.906

3.679

227

6,2%

Iberia

2.025

1.965

60

3,1%

America Latina

2.259

1.763

496

28,1%

- di cui Argentina

271

173

98

56,6%

- di cui Brasile

1.144

815

329

40,4%

- di cui Cile

222

228

(6)

-2,6%

- di cui Colombia

399

364

35

9,6%

- di cui Perù

223

183

40

21,9%

Europa ed Affari Euro-Mediterranei

107

152

(45)

-29,6%

Altro

(19)

(20)

1

5,0%

Totale

8.278

7.539

739

9,8%

Il margine operativo lordo aumenta a seguito di:

  • un incremento del margine in America Latina per 496 milioni di euro, pur in presenza di un andamento sfavorevole dei tassi di cambio per 133 milioni di euro, che risente principalmente: 
    • in Brasile, del consolidamento di Enel Distribuição São Paulo (313 milioni di euro); 
    • in Argentina, dell’accordo di Edesur con il Governo che sana pendenze reciproche originate nel periodo dal 2006 al 2016 per 209 milioni di euro. Tale incremento è parzialmente compensato dalla riduzione dei ricavi delle vendite a seguito della minore quantità trasportata; 
  • un maggior margine operativo lordo realizzato in Italia a seguito sia della riduzione dei costi per l’acquisto dei Titoli di Efficienza Energetica – determinata sia dalla diminuzione dei prezzi di acquisto sia dai minori volumi acquistati (191 milioni di euro) – sia della riduzione dei costi del personale derivante essenzialmente dagli utili attuariali in applicazione delle disposizioni previste dall’art. 4 della legge n. 92/2012 (31 milioni di euro). Si segnala, inoltre, che nel corso del 2019 e-distribuzione ha rilevato un ulteriore indennizzo di 50 milioni di euro legato alla cessione a F2i di Enel Rete Gas dopo che nel corso del 2018 si era già rilevato un indennizzo di 128 milioni di euro; 
  • un incremento del margine in Iberia dovuto principalmente all’aumento dei ricavi per energia trasportata (56 milioni di euro) e alla plusvalenza derivante dalla cessione del diritto d’uso della fibra ottica (24 milioni di euro). Tali effetti sono stati parzialmente compensati da minori ricavi per prestazioni di servizi a clienti finali terzi; 
  • un decremento del margine operativo lordo in Europa e Affari Euro-Mediterranei dovuto a un aumento dei costi in Romania principalmente per personale (12 milioni di euro), servizi (12 milioni di euro) e acquisti energia (16 milioni di euro).

Risultato operativo

Milioni di euro

   
 

2019

2018

2019-2018

Italia

2.647

2.508

139

5,5%

Iberia

1.288

1.220

68

5,6%

America Latina

1.349

1.025

324

31,6%

- di cui Argentina

240

98

142

-

- di cui Brasile

487

362

125

34,5%

- di cui Cile

173

178

(5)

-2,8%

- di cui Colombia

292

261

31

11,9%

- di cui Perù

157

126

31

24,6%

Europa ed Affari Euro-Mediterranei

13

54

(41)

-75,9%

Altro

(20)

(20)

-

-

Totale

5.277

4.787

490

10,2%

La variazione positiva del risultato operativo del 2019 è dovuta all’incremento del margine operativo lordo, solo parzialmente compensato dai maggiori ammortamenti e impairment per 249 milioni di euro. In particolare, l’incremento degli ammortamenti e impairment si riferisce prevalentemente:

  • ai maggiori ammortamenti e impairment in America Latina per 172 milioni di euro che dipendono essenzialmente dalla variazione di perimetro connessa al consolidamento di Enel Distribuição São Paulo e dalla rilevazione in Brasile della svalutazione del fondo Funac, per 96 milioni di euro, resasi necessaria dopo il provvedimento di revoca, da parte dello Stato di Goiás, dell’obbligo di adempiere alle responsabilità derivanti dal contenzioso amministrativo e giudiziario, anche se non registrate, di Enel Distribuição Goiás; 
  • ai maggiori ammortamenti e impairment in Italia per 88 milioni di euro derivanti dai maggiori investimenti effettuati e dall’applicazione dell’IFRS 16 (38 milioni di euro).

Investimenti

Milioni di euro

   
 

2019

2018

2019-2018

Italia

1.753

1.685

68

4,0%

Iberia

647

668

(21)

-3,1%

America Latina

1.335

1.315

20

1,5%

Europa ed Affari Euro-Mediterranei

169

159

10

6,3%

Altro

1

3

(2)

-66,7%

Totale

3.905

3.830

75

2,0%

Gli investimenti registrano un incremento da ricondursi prevalentemente:

  • in Italia, agli investimenti effettuati sugli impianti a bassa tensione; 
  • in Iberia, alla riduzione degli investimenti sulla rete di distribuzione e sulle applicazioni software, parzialmente compensata da un incremento degli investimenti su sub-stazioni, trasformatori e sostituzione degli apparati di misurazione;
  • in America Latina, all’Argentina al fine di migliorare la qualità del servizio fornito agli utenti con opere volte a rafforzare le reti ad alta, media e bassa tensione.