Enel Green Power

Dati operativi

Produzione netta di energia elettrica

Milioni di kWh

   
 

2019

2018

2019-2018

Idroelettrica

62.580

65.893

(3.313)

-5,0%

Geotermoelettrica

6.148

5.881

267

4,5%

Eolica

26.668

22.161

4.507

20,3%

Solare

3.974

4.897

(923)

-18,8%

Altre fonti

21

108

(87)

-80,6%

Totale produzione netta

99.391

98.940

451

0,5%

- di cui Italia

24.308

25.476

(1.168)

-4,6%

- di cui Iberia

10.090

12.172

(2.082)

-17,1%

- di cui America Latina

48.448

48.137

311

0,6%

- di cui Europa ed Affari Euro-Mediterranei

2.005

1.895

110

5,8%

- di cui Nord America

12.969

9.752

3.217

33,0%

- di cui Africa, Asia e Oceania

1.571

1.508

63

4,2%

La produzione netta di energia elettrica nel 2019 registra un lieve incremento rispetto al 2018 conseguente alla maggiore produzione da fonte eolica e geotermica, in parte compensata dalla minore produzione idroelettrica e solare. Le variazioni più rilevanti da fonte eolica si sono verificate negli Stati Uniti e in Iberia, dove si è registrato un incremento rispettivamente per 4.496 milioni di kWh e per 439 milioni di kWh, in parte compensato dalla minore produzione da fonte eolica in Messico (-759 milioni di kWh) anche per effetto della cessione di alcune società nel settembre 2018.
L’incremento delle quantità prodotte da fonte geotermica è riconducibile prevalentemente agli Stati Uniti (+285 milioni di kWh).
La minore produzione da fonte idroelettrica è dovuta principalmente alla minore idraulicità in Italia e Iberia, solo parzialmente compensata dall’incremento in America Latina (+458 milioni di kWh), dove la produzione è caratterizzata da andamenti diversi nei vari Paesi; in particolar modo si registra un incremento in Brasile (+940 milioni di kWh), Colombia (+857 milioni di kWh) e Perù (+462 milioni di kWh), compensato da un decremento in Argentina (-350 milioni di kWh), Cile (-899 milioni di kWh) e Panama (-308 milioni di kWh).

   

Potenza efficiente netta installata

MW

    
 

al 31.12.2019

al 31.12.2018

2019-2018

Idroelettrica

27.830

27.844

(14)

-0,1%

Geotermoelettrica

878

804

74

9,2%

Eolica

10.327

8.190

2.137

26,1%

Solare

3.094

2.322

772

33,2%

Altre fonti

5

43

(38)

-88,4%

Totale potenza efficiente netta 

42.134

39.203

2.931

7,5%

- di cui Italia

13.972

14.011

(39)

-0,3%

- di cui Iberia

7.391

6.525

866

13,3%

- di cui America Latina

13.676

13.869

(193)

-1,4%

- di cui Europa ed Affari Euro-Mediterranei

1.037

883

154

17,4%

- di cui Nord America

5.282

3.220

2.062

64,0%

- di cui Africa, Asia e Oceania

776

695

81

11,7%


La potenza efficiente netta installata del 2019 registra un incremento rispetto al 2018, prevalentemente negli Stati Uniti per effetto dell’acquisto da parte di Enel Green Power North America (EGPNA, ora ridenominata Enel North America) di 13 società titolari di impianti eolici, geotermici e solari, nonché dell’incremento della potenza installata negli impianti di High Lonesome e Roadrunner, e in Iberia a seguito dell’incremento della potenza installata in impianti eolici e solari.

Risultati economici

Milioni di euro

   
 

2019

2018

2019-2018

Ricavi

7.733

8.056

(323)

-4,0%

Margine operativo lordo

4.604

4.608

(4)

-0,1%

Risultato operativo

3.276

3.505

(229)

-6,5%

Investimenti

4.293(1)

2.784(2)

1.509

54,2%


(1) Il dato non include 4 milioni di euro riferiti al perimetro classificato come “posseduto per la vendita”.
(2) Il dato non include 378 milioni di euro riferiti al perimetro classificato come “posseduto per la vendita”.

   

Nelle seguenti tabelle sono evidenziati i risultati economici del 2019 suddivisi per Regione/Paese.

     

Ricavi (1)

Milioni di euro

   
 

2019

2018

2019-2018

Italia

1.918

2.084

(166)

-8,0%

Iberia

653

716

(63)

-8,8%

America Latina

3.692

3.843

(151)

-3,9%

- di cui Argentina

64

59

5

8,5%

- di cui Brasile

694

676

18

2,7%

- di cui Cile

1.489

1.584

(95)

-6,0%

- di cui Colombia

1.007

941

66

7,0%

- di cui Perù

201

334

(133)

-39,8%

- di cui Panama

169

151

18

11,9%

- di cui altri paesi

68

98

(30)

-30,6%

Nord America

1.115

860

255

29,7%

- di cui Stati Uniti

956

564

392

69,5%

- di cui Messico

159

296

(137)

-46,3%

Europa ed Affari Euro-Mediterranei

271

255

16

6,3%

- di cui Romania

175

173

2

1,2%

- di cui Grecia

86

73

13

17,8%

- di cui Bulgaria

8

9

(1)

-11,1%

- di cui altri paesi

2

-

2

-

Africa, Asia e Oceania

107

101

6

5,9%

Altro

105

316

(211)

-66,8%

Elisioni e rettifiche

(128)

(119)

(9)

-7,6%

Totale

7.733

8.056

(323)

-4,0%

(1) I dati sono stati rideterminati per consentire la comparabilità con i risultati di dicembre 2019, esposti tenuto conto che i paesi Panama, Costa Rica, Guatemala, El Salvador e Nicaragua, precedentemente ricompresi nell’area geografica Nord e Centro America, sono stati inclusi nell’area geografica America Latina.

 

Margine operativo lordo (1)

Milioni di euro

   
 

2019

2018

2019-2018

Italia

1.240

1.220

20

1,6%

Iberia

358

361

(3)

-0,8%

America Latina

2.218

2.201

17

0,8%

- di cui Argentina

51

46

5

10,9%

- di cui Brasile

335

395

(60)

-15,2%

- di cui Cile

899

877

22

2,5%

- di cui Colombia

620

544

76

14,0%

- di cui Perù

162

156

6

3,8%

- di cui Panama

112

113

(1)

-0,9%

- di cui altri paesi

39

70

(31)

-44,3%

Nord America

737

538

199

37,0%

- di cui Stati Uniti

658

398

260

65,3%

- di cui Messico

79

140

(61)

-43,6%

Europa ed Affari Euro-Mediterranei

112

115

(3)

-2,6%

- di cui Romania

75

62

13

21,0%

- di cui Russia

(1)

(1)

-

-

- di cui Grecia

35

49

(14)

-28,6%

- di cui Bulgaria

6

6

-

-

- di cui altri paesi

(3)

(1)

(2)

-

Africa, Asia e Oceania

62

58

4

6,9%

Altro

(123)

115

(238)

-

Totale

4.604

4.608

(4)

-0,1%

(1) I dati sono stati rideterminati per consentire la comparabilità con i risultati di dicembre 2019, esposti tenuto conto che i Paesi Panama, Costarica, Guatemala, El Salvador e Nicaragua, precedentemente ricompresi nell’area geografica Nord e Centro America, sono stati inclusi nell’area geografica America Latina.

Il margine operativo lordo ha un decremento di 4 milioni di euro rispetto al 2018, riferibile sostanzialmente:

  • al maggior margine in Nord America per 199 milioni di euro riconducibile prevalentemente a:
    • un incremento del margine negli Stati Uniti per 260 milioni di euro, derivante essenzialmente dal maggior margine (+92 milioni di euro) legato alla variazione di perimetro per l’acquisto da parte di Enel North America (ex Enel Green Power North America) di 13 società cedute da Enel Green Power North America Renewble Energy Partners LLC (EGPNA REP) e al negative goodwill legato all’operazione stessa (106 milioni di euro); dal negative goodwill relativo all’acquisto di Tradewind Energy (75 milioni di euro), in parte compensato dal margine negativo della società (-53 milioni di euro); dalle plusvalenze conseguenti alla cessione di due progetti Outlaw (22 milioni di euro) e Gratiot (20 milioni di euro); dai maggiori proventi da tax partnership riferiti alle società High Lonesome Wind Power (+87 milioni di euro) e Roadrunner Solar Project (+67 milioni di euro), in parte compensati dai minori proventi della stessa natura delle società Diamond Vista (-40 milioni di euro) e Rattlesnake Creek (-39 milioni di euro); 
    • un minor margine in Messico per 61 milioni di euro, dovuto prevalentemente alla variazione di perimetro a seguito della cessione a fine settembre 2018 delle otto società del progetto “Kino”; 
  • al maggior margine in America Latina per 17 milioni di euro riferito prevalentemente: 
    • al maggior margine in Colombia per 76 milioni di euro, riferito essenzialmente all’incremento dei ricavi da vendita energia (73 milioni di euro) per effetto dell’aumento del prezzo medio e delle maggiori quantità scambiate in Borsa, ai minori costi per acquisto e trasporto energia elettrica (78 milioni di euro) per effetto delle minori quantità acquistate e ai minori consumi di carburanti (15 milioni di euro), parzialmente compensati da maggiori costi per servizi accessori al business elettrico (82 milioni di euro);
    • al maggior margine in Cile per 22 milioni di euro che dipende sostanzialmente dalla rilevazione da parte di Enel Generación Chile dei ricavi per penali pari a 80 milioni di euro dovuti all’esercizio di recesso anticipato, da parte di un grande cliente industriale, dal contratto a lungo termine per la fornitura di energia elettrica, in parte compensati dal margine negativo dell’energia (62 milioni di euro) a causa della minore produzione;
    • al minor margine in Brasile per 60 milioni di euro, dove l’incremento dei ricavi per vendita energia elettrica conseguenti alla maggiore produzione, in parte mitigata dalla riduzione dei prezzi spot, è stato più che compensato dai maggiori costi di acquisto energia elettrica e dall’effetto della variazione di perimetro relativo alla cessione di tre impianti; 
    • al minor margine negli altri Paesi per 31 milioni di euro prevalentemente per effetto dei minori ricavi da vendita energia elettrica in Costa Rica e Guatemala, conseguenti alle minori quantità prodotte, e per effetto della variazione di perimetro avvenuta in Uruguay a dicembre 2018; 
  • al maggior margine in Italia per 20 milioni di euro riferito sostanzialmente a maggiori prezzi di vendita energia, malgrado le minori quantità idroelettriche prodotte, in parte compensato dalla rilevazione lo scorso anno della plusvalenza per la cessione di EF Solare Italia (65 milioni di euro); 
  • al minor margine per 238 milioni di euro riferito prevalentemente alla rilevazione lo scorso anno della plusvalenza per la cessione delle otto società del progetto “Kino” in Messico avvenuta a fine settembre 2018 nonché alla rimisurazione al fair value per la parte di interessenza del Gruppo nelle società pari al 20% (190 milioni di euro), e alla plusvalenza per la cessione di alcune società in Uruguay (18 milioni di euro).

 

Risultato operativo (1)

Milioni di euro

   
 

2019

2018

2019-2018

Italia

909

828

81

9,8%

Iberia

183

208

(25)

-12,0%

America Latina

1.809

1.776

33

1,9%

- di cui Argentina

38

39

(1)

-2,6%

- di cui Brasile

250

309

(59)

-19,1%

- di cui Cile

728

699

29

4,1%

- di cui Colombia

560

488

72

14,8%

- di cui Perù

123

107

16

15,0%

- di cui Panama

96

98

(2)

-2,0%

- di cui altri paesi

14

36

(22)

-61,1%

Nord America

418

364

54

14,8%

- di cui Stati Uniti

367

270

97

35,9%

- di cui Messico

51

94

(43)

-45,7%

Europa ed Affari Euro-Mediterranei

58

195

(137)

-70,3%

- di cui Romania

49

40

9

22,5%

- di cui Russia

-

(1)

1

-

- di cui Grecia

10

154

(144)

-93,5%

- di cui Bulgaria

3

3

-

-

- di cui altri paesi

(4)

(1)

(3)

-

Africa, Asia e Oceania

24

19

5

26,3%

Altro

(125)

115

(240)

-

Elisioni e rettifiche

-

-

-

-

Totale

3.276

3.505

(229)

-6,5%

(1) I dati sono stati rideterminati per consentire la comparabilità con i risultati di dicembre 2019, esposti tenuto conto che i paesi Panama, Costa Rica, Guatemala, El Salvador e Nicaragua, precedentemente ricompresi nell’area geografica Nord e Centro America, sono stati inclusi nell’area geografica America Latina.

Il risultato operativo del 2019, inclusivo di ammortamenti e impairment per 1.328 milioni di euro (1.103 milioni di euro nel 2018) evidenzia, rispetto al 2018, un decremento di 229 milioni di euro, per effetto dei maggiori ammortamenti negli Stati Uniti (+116 milioni di euro) prevalentemente a seguito della suddetta variazione di perimetro e dell’entrata in esercizio degli impianti di Rattlesnake, Hilltopper e Diamond Vista, della svalutazione delle attività riferite a taluni progetti eolici non più realizzabili e all’adeguamento al fair value di progetti idroelettrici classificati HFS (36 milioni di euro), e della rilevazione lo scorso anno del reversal di impairment della CGU Hellas (117 milioni di euro).

Investimenti (1)

Milioni di euro

   
 

2019

2018

2019-2018

Italia

240

252(3)

(12)

-4,8%

Iberia

765

246

519

-

America Latina

1.055(2)

654

401

61,3%

Nord America

1.744

1.322(4)

422

31,9%

Europa ed Affari Euro-Mediterranei

189

139

50

36,0%

Africa, Asia e Oceania

274

142

132

93,0%

Altro

26

29

(3)

-10,3%

Totale

4.293

2.784

1.509

54,2%

(1)I dati sono stati rideterminati per consentire la comparabilità con i risultati di dicembre 2019, esposti tenuto conto che i paesi Panama, Costa Rica, Guatemala, El Salvador e Nicaragua, precedentemente ricompresi nell’area geografica Nord e Centro America, sono stati inclusi nell’area geografica America Latina.
(2) Il dato non include 4 milioni di euro riferiti al perimetro classificato come “posseduto per la vendita”.
(3) Il dato non include 3 milioni di euro riferiti al perimetro classificato come “posseduto per la vendita”.
(4) Il dato non include 375 milioni di euro riferiti al perimetro classificato come “posseduto per la vendita”.

Gli investimenti registrano un incremento di 1.509 milioni di euro, rispetto al valore registrato nell’esercizio precedente. In particolare, tale variazione è attribuibile a:

  • maggiori investimenti in Iberia per 519 milioni di euro prevalentemente in impianti eolici (364 milioni di euro) e fotovoltaici (153 milioni di euro); 
  • un incremento negli investimenti in Nord America per 422 milioni di euro, riferiti principalmente a maggiori impianti solari negli Stati Uniti e in Messico, rispettivamente per 237 milioni di euro e 74 milioni di euro, e a maggiori investimenti in impianti eolici (112 milioni di euro) conseguenti a un forte incremento in Messico (224 milioni di euro), in parte compensato da minori investimenti negli Stati Uniti (198 milioni di euro); 
  • maggiori investimenti in America Latina pari a 401 milioni di euro prevalentemente in impianti eolici (274 milioni di euro) e fotovoltaici (170 milioni di euro), in parte compensati da minori investimenti in impianti idroelettrici (90 milioni di euro); i maggiori investimenti sono concentrati in Brasile; 
  • maggiori investimenti in Africa, Asia e Oceania per 132 milioni di euro prevalentemente in impianti eolici (82 milioni di euro), riferiti a un incremento in Sudafrica (101 milioni di euro), in parte compensato da minori investimenti in India (19 milioni di euro), e in impianti solari (50 milioni di euro) prevalentemente in Australia (38 milioni di euro); 
  • maggiori investimenti in Europa e Affari Euro-Mediterranei per 50 milioni di euro, principalmente in impianti eolici in Russia e Grecia.