Principali indicatori legati al cambiamento climatico e alla sostenibilità ambientale

 

2019

2018

2019-2018

Emissioni dirette di gas serra - scope 1 (mln teq)(1)

70,0

95,2

(25,2)

-26,5%

Emissioni indirette di gas serra - scope 2 (mln teq) acquisto di energia dalla rete (location based)(2)

1,55

1,40

0,2

10,7%

Emissioni indirette di gas serra - scope 2 (mln teq) acquisto di energia dalla rete (market based)(2)

2,30

2,11

0,29,0%

Emissioni indirette di gas serra - scope 2 (mln teq) perdite della rete di distribuzione (location based)(1)

3,82

3,68

0,13,8%

Emissioni indirette di gas serra - scope 3 (mln teq)(1)

56,92

59,56

(2,64)

-4,4%

- di cui emissioni relative a vendite di gas (mln teq)

23,9

25,4

(1,5)

-5,9%

Emissioni specifiche di CO2 dalla produzione netta complessiva (CO2 g/kWheq)(3)

296

369

(73,0)

-19,8%

Emissioni specifiche SO2 (g/kWheq)(3)

0,59

0,75

(0,2)

-21,3%

Emissioni specifiche NOx (g/kWheq)(3)

0,60

0,72

(0,1)

-16,7%

Emissioni specifiche Polveri (g/kWheq)(3)

0,12

0,17

(0,1)

-29,4%

Totale consumi diretti di combustibile Mtep

30,1

37,0

(6,9)-18,6%

Prezzo di riferimento della CO2 (€)

24,8

15,9

8,9

56,0%

Rendimento medio parco termoelettrico (%)(4)

42,0

40,1

1,94,7%

Generazione a zero emissioni (incidenza % sul totale)

54,85

49,14

5,71

11,6%

EBITDA per prodotti, servizi e tecnologia low carbon (milioni di euro)

16.211

14.645

1.566,0

10,7%

CAPEX per prodotti, servizi e tecnologia low carbon (milioni di euro)

9.131

7.773

1.358,0

17,5%

Incidenza Capex per prodotti, servizi e tecnologie low carbon sul totale (%)

92%

91%

0,0

1,1%

Prelievo di acqua in zone water stressed (%)

14,1

11,6

2,5

-21,6%

Fabbisogno specifico di acqua per produzione complessiva (l/kWheq)

0,33

0,38

(0,1)

-13,2%

(1) I valori degli Scope relativi al 2018 sono stati modificati aggiungendo le nuove categorie di calcolo introdotte nel 2019.
(2) Le emissioni di Scope 2 per energia elettrica acquistata dalla rete sono state ricalcolate per un ampliamento della base di calcolo.
(3) Le emissioni specifiche sono calcolate considerando il totale delle emissioni da produzione termoelettrica rapportate al totale della produzione rinnovabile, nucleare e termoelettrica (compreso il contributo del calore).
(4) Il calcolo non considera gli impianti O&G italiani in fase di dismissione/marginali. Inoltre, i valori non tengono in considerazione il consumo e la generazione per la cogenerazione relativa al parco termoelettrico russo. Il valore medio di rendimento è calcolato sugli impianti del parco ed è pesato sui valori di produzione.

L’ambizione del Gruppo alla leadership nella lotta al cambiamento climatico si è ulteriormente rafforzata nel 2019: l’obiettivo di riduzione delle emissioni dirette per il 2020, fissato nel 2015 a 350 g/kWheq di CO2 , con una riduzione del 25% rispetto al valore del 2007, è stato raggiunto con un anno di anticipo; il 2019 si è chiuso infatti con una riduzione del 20% rispetto all’anno base, raggiungendo un valore pari a 296 g/kWheq di CO2 . Inoltre, nel 2019 le emissioni dirette di CO2 equivalente (Scope 1) sono pari a circa 70 milioni di tonnellate equivalenti registrando una diminuzione del 27% rispetto al 2018. Tale riduzione è dovuta a una minore produzione termoelettrica rispetto all’anno precedente e al concomitante aumento della produzione da fonti rinnovabili, che hanno portato all’incremento dell’energia prodotta da fonti a emissioni zero nel 2019, raggiungendo il 54,9% della produzione consolidata totale (con un significativo aumento rispetto al 2018, pari al 49,1%).
I valori relativi alle altre emissioni specifiche in atmosfera, SO2 e NOx, registrano anch’essi un andamento decrescente, pari rispettivamente a circa -21% e -17% rispetto al 2018, confermato anche dalle emissioni di polveri, la cui ulteriore diminuzione è dovuta alla minore attività a carbone nel 2019.

Link di approfondimento

Gestione responsabile della risorsa idrica

L’acqua rappresenta un elemento essenziale per la produzione elettrica, pertanto Enel considera la disponibilità di questa risorsa quale fattore critico negli scenari energetici futuri. Il Gruppo è tradizionalmente impegnato nella gestione efficiente delle acque mediante un costante monitoraggio di tutti i siti di produzione collocati in zone a rischio di scarsità idrica. Enel impiega i seguenti livelli di analisi:

  • mappatura dei siti di produzione ricadenti in aree con potenziali situazioni di “water scarcity”, in cui cioè il valore medio delle risorse idriche rinnovabili per persona risulta essere inferiore al riferimento fissato dalla FAO (la mappatura è effettuata attraverso l’uso del Global Water Tool del World Business Council for Sustainable Development);
  • individuazione dei siti di produzione “critici”, ossia di quelli in “Water Scarcity Area” con approvvigionamento di acqua dolce; 
  • gestione più efficiente della risorsa acqua tesa anche a massimizzare l’approvvigionamento da reflui e da acqua di mare. 

Circa l’8% del totale dell’energia prodotta dal Gruppo Enel ha utilizzato acqua dolce in zone “water stressed”. Nel 2019 il fabbisogno complessivo di acqua è stato pari a 77,3 milioni di metri cubi, circa il 20% in meno rispetto al 2018, a causa di una minore produzione termoelettrica rispetto all’anno precedente. Il fabbisogno specifico del 2019 è stato pari a 0,33 l /kWheq, inferiore del 13% rispetto al 2018.

Tutela della biodiversità

La tutela della biodiversità è uno degli obiettivi strategici della politica ambientale di Enel. Nei diversi territori in cui il Gruppo è presente vengono promossi specifici progetti allo scopo di contribuire alla salvaguardia degli ecosistemi, delle specie e dei relativi habitat. I progetti comprendono una vasta gamma di interventi: inventari e monitoraggi, programmi di tutela specifici per particolari specie, studi e ricerche metodologiche, ripopolamenti e reimpianti, realizzazione di supporti infrastrutturali per favorire la presenza e il movimento delle specie (per es., nidi artificiali nelle linee di distribuzione per l’avifauna, scale di risalita presso gli impianti idroelettrici per la fauna ittica).

Link di approfondimento