Analisi patrimoniale e finanziaria del Gruppo

Analisi della struttura patrimoniale del Gruppo

Milioni di euro

    
 

al 31.12.2019

al 31.12.2018

2019-2018

Attività immobilizzate nette:

    

- attività materiali e immateriali

99.010

95.780

3.230

3,4%

- avviamento

14.241

14.273

(32)

-0,2%

- partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto

1.682

2.099

(417)

-19,9%

- altre attività/(passività) non correnti nette

(5.022)

(5.696)

674

11,8%

Totale Attività immobilizzate nette

109.911

106.456

3.455

3,2%

Capitale circolante netto:

    

- crediti commerciali

13.083

13.587

(504)

-3,7%

- rimanenze

2.531

2.818

(287)

-10,2%

- crediti netti verso operatori istituzionali di mercato

(3.775)

(3.200)

(575)

-18,0%

- altre attività/(passività) correnti nette

(7.282)

(7.589)

307

4,0%

- debiti commerciali

(12.960)

(13.387)

427

3,2%

Totale Capitale circolante netto

(8.403)

(7.771)

(632)

-8,1%

Capitale investito lordo

101.508

98.685

2.823

2,9%

Fondi diversi:

    

- Benefíci ai dipendenti

(3.771)

(3.187)

(584)

-18,3%

- fondi rischi e oneri e imposte differite nette

(5.722)

(6.838)

1.116

16,3%

Totale Fondi diversi

(9.493)

(10.025)

532

5,3%

Attività nette possedute per la vendita

98

281

(183)

-65,1%

Capitale investito netto

92.113

88.941

3.172

3,6%

Patrimonio netto complessivo

46.938

47.852

(914)

-1,9%

Indebitamento finanziario netto

45.175

41.089

4.086

9,9%

Le attività materiali e immateriali aumentano essenzialmente per gli investimenti del periodo (9.255 milioni di euro), per le variazioni di perimetro (1.192 milioni di euro) soprattutto riferite all’acquisizione del controllo di alcune società di EGPNA REP, precedentemente valutate con il metodo del patrimonio netto, all’ingresso nel perimetro di consolidamento di Tradewind Energy e all’acquisizione di YouSave. A tali effetti si aggiunge l’adeguamento dei valori di iscrizione (inclusivi degli oneri di smantellamento) delle centrali cilene di Bocamina I e Tarapacá e di alcune centrali italiane e spagnole (762 milioni di euro), e gli effetti dell’iperinflazione. Tali impatti, sono stati parzialmente compensati dall’andamento sfavorevole del cambio (607 milioni di euro), prevalentemente in America Latina, dagli ammortamenti e impairment rilevati nell’esercizio per 9.535 milioni di euro e dalla vendita a JSC Kuzbassenergo della centrale a carbone di Reftinskaya GRES.

La variazione dell’avviamento è da riferire principalmente alla svalutazione di alcune delle attività relative a una società di progetto in Nord America il cui progetto non verrà più realizzato.

Le attività nette possedute per la vendita si riferiscono principalmente al valore di alcune partecipazioni idroelettriche valutate con il metodo del patrimonio netto detenute da EGPNA (ora Enel North America) e all’impianto colombiano di Rionegro, mentre, come detto, la centrale a carbone di Reftinskaya GRES è stata ceduta nel corso del quarto trimestre 2019.

Il capitale investito netto al 31 dicembre 2019 è pari a 92.113 milioni di euro ed è finanziato dal patrimonio netto del Gruppo e di terzi per 46.938 milioni di euro e dall’indebitamento finanziario netto per 45.175 milioni di euro. Quest’ultimo, al 31 dicembre 2019, presenta un’incidenza sul patrimonio netto di 0,96 (0,86 al 31 dicembre 2018).

 

Analisi della struttura finanziaria del Gruppo

Indebitamento finanziario netto (nota 41)

L’indebitamento finanziario netto è dettagliato, in quanto a composizione e variazioni, nel seguente prospetto:

Milioni di euro

    
 

al 31.12.2019

al 31.12.2018

2019-2018

Indebitamento a lungo termine:

    

 - finanziamenti bancari

8.407

8.819

(412)

-4,7%

 - obbligazioni

43.294

38.633

4.661

12,1%

 - debiti verso altri finanziatori

2.473

1.531

942

61,5%

Indebitamento a lungo termine

54.174

48.983

5.191

10,6%

Crediti finanziari e titoli a lungo termine

(3.185)

(3.272)

87

2,7%

Indebitamento netto a lungo termine

50.989

45.711

5.278

11,5%

Indebitamento a breve termine:

    

Finanziamenti bancari:

    

 - quota a breve dei finanziamenti bancari a lungo termine

1.121

1.830

(709)

-38,7%

 - altri finanziamenti a breve verso banche

579

512

67

13,1%

Indebitamento bancario a breve termine

1.700

2.342

(642)

-27,4%

Obbligazioni (quota a breve)

1.906

1.341

565

42,1%

Debiti verso altri finanziatori (quota a breve)

382

196

186

94,9%

Commercial paper

2.284

2.393

(109)

-4,6%

Cash collateral su derivati e altri finanziamenti

750

301

449

-

Altri debiti finanziari a breve termine (1)

351

438

(87)

-19,9%

Indebitamento verso altri finanziatori a breve termine

5.673

4.669

1.004

21,5%

Crediti finanziari a lungo termine (quota a breve)

(1.585)

(1.522)

(63)

-4,1%

Crediti finanziari - cash collateral

(2.153)

(2.559)

406

15,9%

Altri crediti finanziari a breve termine

(369)

(859)

490

57,0%

Disponibilità presso banche e titoli a breve

(9.080)

(6.693)

(2.387)

-35,7%

Disponibilità e crediti finanziari a breve

(13.187)

(11.633)

(1.554)

-13,4%

Indebitamento netto a breve termine

(5.814)

(4.622)

(1.192)

-25,8%

INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO

45.175

41.089

4.086

9,9%

Indebitamento finanziario "Attività classificate come possedute per la vendita"

-

362

(362)

-


(1) Include debiti finanziari correnti ricompresi nelle Altre passività finanziarie correnti.

L’indebitamento finanziario netto, pari a 45.175 milioni di euro al 31 dicembre 2019, registra un incremento di 4.086 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2018 dovuto principalmente all’aumento dei prestiti obbligazionari e dei debiti verso altri finanziatori, solo parzialmente compensato dalla variazione della cassa e dei crediti finanziari.

Al 31 dicembre 2019 l’indebitamento finanziario lordo, in aumento di 5.553 milioni di euro rispetto all’anno precedente, è pari a 61.547 milioni di euro.

Indebitamento finanziario lordo 

Milioni di euro

al 31.12.2019

al 31.12.2018

 

Indebitamento lordo a lungo termine

Indebitamento lordo a breve termine

Indebitamento lordo

Indebitamento lordo a lungo termine

Indebitamento lordo a breve termineIndebitamento lordo

Indebitamento finanziario lordo

57.583

3.964

61.547

52.350

3.64455.994

di cui:

   

Indebitamento al quale sono associate obiettivi di sostenibilità SDG

13.758

-

13.758

8.535

-8.535

Indebitamento al quale sono associate obiettivi di sostenibilità SDG/Totale indebitamento lordo (%)

  

22%

15%

Più specificamente, l’indebitamento finanziario lordo a lungo termine (inclusa la quota a breve termine) è pari a 57.583 milioni di euro, di cui 13.758 milioni di euro associati a obiettivi di sostenibilità SDG, e risulta costituito da:

  • obbligazioni per 45.200 milioni di euro, di cui 7.260 milioni di euro relativi a obbligazioni sostenibili; in particolare, le obbligazioni aumentano complessivamente di 5.226 milioni di euro, rispetto al 31 dicembre 2018, principalmente per l’emissione dei seguenti prestiti obbligazionari sostenibili da parte di Enel Finance International:
    • 1.000 milioni di euro relativi a un Green Bond a tasso fisso, emesso a gennaio 2019 con scadenza nel 2025; 
    • 1.500 milioni di dollari statunitensi (equivalenti a 1.336 milioni di euro) relativi a una emissione obbligazionaria, effettuata a settembre 2019 con scadenza settembre 2024, legata alla capacità del Gruppo di raggiungere, al 31 dicembre 2021, una determinata percentuale di capacità installata da fonti rinnovabili (SDG 7); 
    • 2.500 milioni di euro relativi a emissioni obbligazionarie multi-tranche, effettuate a ottobre 2019 con scadenze 2024, 2027 e 2034, legate alla capacità del Gruppo di raggiungere una determinata percentuale di capacità installata da fonti rinnovabili (SDG 7) e di ridurre le emissioni dirette di gas a effetto serra (SDG 13); 
  • finanziamenti bancari pari a 9.528 milioni di euro, di cui 6.498 milioni di euro relativi a finanziamenti sostenibili; tali finanziamenti diminuiscono di 1.121 milioni di euro rispetto all’anno precedente per effetto principalmente dei rimborsi intercorsi durante l’esercizio. Si evidenzia, inoltre, che nel corso del 2019 sono stati stipulati i seguenti finanziamenti sostenibili non utilizzati al 31 dicembre 2019: 
    • una linea di credito di 1.000 milioni di euro, stipulata il 2 ottobre 2019 da parte di Enel SpA, legata al raggiungimento dei Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite;
    • una linea di credito di 220 milioni di dollari statunitensi (equivalenti a 196 milioni di euro) e di un finanziamento di 340 milioni di dollari statunitensi (equivalenti a 303 milioni di euro), stipulati il 20 novembre 2019 da parte di Enel Finance America, legati al raggiungimento dei Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite;
  • debiti verso altri finanziatori pari a 2.855 milioni di euro, che aumentano di 1.128 milioni di euro per effetto dell’applicazione del nuovo principio contabile internazionale IFRS 16 sui leasing. 

L’indebitamento finanziario lordo a breve termine, che evidenzia una diminuzione di 320 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2018, è pari a 3.964 milioni di euro ed è formato principalmente da commercial paper per 2.284 milioni di euro e cash collateral su derivati e altri finanziamenti per 750 milioni di euro.

Le disponibilità e i crediti finanziari a breve e lungo termine, pari a 16.372 milioni di euro, registrano un incremento di 1.467 milioni di euro rispetto a fine 2018 dovuto principalmente all’incremento delle disponibilità presso banche e titoli a breve per 2.387 milioni di euro, solo parzialmente compensato dalla diminuzione dei cash collateral versati e degli altri crediti finanziari a breve termine pari, rispettivamente, a 406 milioni di euro e 489 milioni di euro.

Flussi finanziari

Milioni di euro

   
  

2019

2018

2019-2018

Disponibilità e mezzi equivalenti all’inizio dell'esercizio

(1)

6.714

7.121

(407)

Cash flow da attività operativa

 

11.251

11.075

176

Cash flow da attività di investimento/disinvestimento

 

(9.115)

(9.661)

546

Cash flow da attività di finanziamento

 

306

(1.636)

1.942

Effetto variazione cambi su disponibilità liquide e mezzi equivalenti

 

(76)

(185)

109

Disponibilità e mezzi equivalenti alla fine dell'esercizio

(2)

9.080

6.714

2.366

(1) Di cui “Disponibilità liquide e mezzi equivalenti” per 6.630 milioni di euro al 1° gennaio 2019 (7.021 milioni di euro al 1° gennaio 2018), “Titoli a breve” pari a 63 milioni di euro al 1° gennaio 2019 (69 milioni di euro al 1° gennaio 2018) e “Disponibilità liquide e mezzi equivalenti” delle “Attività possedute per la vendita” pari a 21 milioni di euro al 1° gennaio 2019 (31 milioni di euro al 1° gennaio 2018).
(2) Di cui “Disponibilità liquide e mezzi equivalenti” per 9.029 milioni di euro al 31 dicembre 2019 (6.630 milioni di euro al 31 dicembre 2018), “Titoli a breve” pari a 51 milioni di euro al 31 dicembre 2019 (63 milioni di euro al 31 dicembre 2018) e “Disponibilità liquide e mezzi equivalenti” delle “Attività possedute per la vendita” pari a 21 milioni di euro al 31 dicembre 2018.

Il cash flow da attività operativa nell’esercizio 2019 è positivo per 11.251 milioni di euro, in crescita di 176 milioni di euro rispetto al valore dell’esercizio precedente, principalmente a seguito di un incremento del margine operativo lordo, parzialmente compensato dal maggior fabbisogno connesso alla variazione del capitale circolante netto.

Il cash flow da attività di investimento/disinvestimento nell’esercizio 2019 ha assorbito liquidità per 9.115 milioni di euro, mentre nel 2018 ne aveva assorbita per 9.661 milioni di euro. Gli investimenti per Linea di Business sono riportati nel paragrafo successivo.
Gli investimenti in imprese o rami di imprese, espressi al netto delle disponibilità liquide e mezzi equivalenti acquisiti, ammontano a 692 milioni di euro e si riferiscono prevalentemente all’acquisizione tramite Enel Green Power North America (EGPNA, ora ridenominata Enel North America) del 100% di sette impianti rinnovabili che in precedenza erano detenuti da Enel Green Power North America Renewable Energy Partners (EGPNA REP), joint venture paritetica di EGPNA con General Electric Capital’s Energy Financial Services.
Le dismissioni di imprese o rami di imprese, espressi al netto delle disponibilità liquide e mezzi equivalenti ceduti, sono pari a 320 milioni di euro e si riferiscono principalmente alla cessione del 100% di tre parchi solari in Brasile, alla cessione del ramo relativo alla centrale elettrica a biomasse del Mercure e alla cessione da parte di EGPNA (ora ridenominata Enel North America) del 30% della partecipazione nella joint venture EGPNA REP che detiene talune società per lo sviluppo di progetti eolici (operazione Athena).
Il cash flow da attività di finanziamento ha generato maggior liquidità per complessivi 306 milioni di euro, mentre nell’esercizio 2018 ne aveva assorbita per 1.636 milioni di euro. Il flusso dell’esercizio 2019 è sostanzialmente relativo:

  • all’incremento dell’indebitamento finanziario netto per 3.743 milioni di euro (quale saldo netto tra rimborsi e nuove accensioni); 
  • al pagamento dei dividendi per 3.957 milioni di euro; 
  • a operazioni su non controlling interest per 530 milioni di euro relative principalmente all’incremento della quota di interessenza in Enel Américas, in base a quanto previsto da alcuni contratti di share swap stipulati con un istituto finanziario, portando la relativa partecipazione dal 51,8% al 59,97%, e all’aumento di capitale non proporzionale nella controllata. 

Nel 2019, pertanto, il cash flow generato dall’attività operativa per 11.251 milioni di euro ha più che compensato le attività di investimento pari a 9.115 milioni di euro. Il Gruppo ha inoltre fatto maggior ricorso a fonti di finanziamento esterne per beneficiare delle favorevoli condizioni di mercato, conseguendo un significativo volume di liquidità da poter impiegare nell’operatività in futuro.

Investimenti (nota 7)

Milioni di euro

   
 

2019

 

2018

 

2019-2018

Generazione Termoelettrica e Trading

851

 

839

 

12

1,4%

Enel Green Power

4.293

(1)

2.784

(2)

1.509

54,2%

Infrastrutture e Reti

3.905

 

3.830

 

75

2,0%

Mercati finali

449

 

374

 

75

20,1%

Enel X

270

 

183

 

87

47,5%

Servizi

134

 

106

 

28

26,4%

Altro, elisioni e rettifiche

45

 

36

 

9

25,0%

Totale

9.947

 

8.152

 

1.795

22,0%


(1) Il dato non include 4 milioni di euro riferiti al perimetro classificato come “posseduto per la vendita”.
(2) Il dato non include 378 milioni di euro riferiti al perimetro classificato come “posseduto per la vendita”.

Gli investimenti aumentano di 1.795 milioni di euro rispetto all’esercizio precedente e si riferiscono prevalentemente a investimenti in impianti eolici e solari in Spagna, Stati Uniti, Canada, Sudafrica e Brasile.