43.3 Finanziamenti

43.3.1 Finanziamenti a lungo termine (incluse le quote in scadenza nei 12 mesi successivi) – Euro 57.583 milioni

Nella seguente tabella è riportato il confronto, per ogni categoria di indebitamento a lungo termine, tra il valore contabile e il fair value, comprensivo della quota in scadenza nei prossimi 12 mesi. Per gli strumenti di debito quotati il fair value è determinato utilizzando le quotazioni ufficiali, mentre per quelli non quotati il fair value è determinato mediante modelli di valutazione appropriati per ciascuna categoria di strumento finanziario e utilizzando i dati di mercato relativi alla data di chiusura dell’esercizio, ivi inclusi gli spread creditizi di Enel SpA.

Nella tabella che segue viene esposta la situazione dell’indebitamento a lungo termine ed il piano dei rimborsi al 31 dicembre 2019 con distinzione per tipologia di finanziamento e tasso di interesse.

Milioni di euro

 Valore nominale

 Saldo contabile

Quota corrente

Quota con scadenza oltre i 12 mesi

Fair value

 Valore nominale

 Saldo contabile

Quota corrente

Quota con scadenza oltre i 12 mesi

Fair value

Variazione saldo contabile

 

al 31.12.2019

al 31.12.2018

 

Obbligazioni:

           

- tasso fisso quotate

27.312

26.593

1.621

24.972

31.073

23.811

23.099

845

22.254

25.944

3.494

- tasso variabile quotate

3.515

3.488

258

3.230

3.655

3.187

3.166

305

2.861

3.288

322

- tasso fisso non quotate

14.458

14.359

-

14.359

15.794

12.860

12.758

-

12.758

12.563

1.601

- tasso variabile non quotate

760

760

27

733

753

951

951

191

760

932

(191)

Totale obbligazioni

46.045

45.200

1.906

43.294

51.275

40.809

39.974

1.341

38.633

42.727

5.226

Finanziamenti bancari:

           

- tasso fisso

896

893

279

614

947

1.495

1.486

477

1.009

1.539

(593)

- tasso variabile

8.610

8.565

842

7.723

8.642

8.987

8.954

1.353

7.601

8.817

(389)

- uso linee di credito revolving

70

70

-

70

70

209

209

-

209

210

(139)

Totale finanziamenti bancari

9.576

9.528

1.121

8.407

9.659

10.691

10.649

1.830

8.819

10.566

(1.121)

Leasing:

           

- tasso fisso

1.856

1.856

257

1.599

1.856

561

561

49

512

561

1.295

- tasso variabile

108

108

18

90

108

96

96

16

80

96

12

Totale leasing

1.964

1.964

275

1.689

1.964

657

657

65

592

657

1.307

Altri finanziamenti non bancari:

           

- tasso fisso

792

822

92

730

811

1.008

988

115

873

1.024

(166)

- tasso variabile

86

69

15

54

75

101

82

16

66

86

(13)

Totale altri finanziamenti non bancari

878

891

107

784

886

1.109

1.070

131

939

1.110

(179)

Totale finanziamenti a tasso fisso

45.314

44.523

2.249

42.274

50.481

39.735

38.892

1.486

37.406

41.631

5.631

Totale finanziamenti a tasso variabile

13.149

13.060

1.160

11.900

13.303

13.531

13.458

1.881

11.577

13.429

(398)

TOTALE

58.463

57.583

3.409

54.174

63.784

53.266

52.350

3.367

48.983

55.060

5.233

Nella tabella seguente è riportato l’indebitamento finanziario a lungo termine per valuta e tasso di interesse.

Indebitamento finanziario a lungo termine per valuta e tasso di interesse

Milioni di euro

Saldo contabile

Valore nominale

Saldo contabile

Valore nominale

Tasso medio di interesse in vigore

Tasso di interesse effettivo in vigore

 

al 31.12.2019

al 31.12.2018

al 31.12.2019

Euro

27.272

27.915

23.388

24.025

2,4%

2,9%

Dollaro statunitense

20.103

20.239

18.541

18.720

4,8%

5,0%

Sterlina inglese

4.354

4.394

4.750

4.794

6,1%

6,2%

Peso colombiano

1.381

1.381

1.543

1.543

7,6%

7,6%

Real brasiliano

2.412

2.458

2.074

2.114

7,4%

7,5%

Franchi svizzeri

419

419

403

403

2,1%

2,1%

Peso cileno / UF

414

421

700

710

6,9%

7,0%

Sol peruviano

426

426

404

404

6,1%

6,1%

Rublo russo

225

227

247

247

8,5%

8,5%

Yen giapponese

-

-

-

-

-

-

Altre valute

577

583

300

306

  

Totale valute non euro

30.311

30.548

28.962

29.241

  

Totale

57.583

58.463

52.350

53.266

  


L’indebitamento finanziario a lungo termine espresso in divise diverse dall’euro ha subìto un incremento per 1.349 milioni di euro attribuibile principalmente all’aumento del debito in dollari statunitensi e real brasiliani.

Movimentazione del valore nozionale dell’indebitamento a lungo termine

Milioni di euro

Valore nominale

Effetti IFRS 16

Rimborsi

Nuove emissioni

Altre Movimentazioni

Diff. di cambio

Valore nominale

 

al 31.12.2018

al 01.01.2019

    

al 31.12.2019

Obbligazioni

40.809

-

(1.652)

6.349

-

539

46.045

Finanziamenti

12.457

1.370

(3.859)

2.550

(88)

(12)

12.418

- di cui leasing

657

1.370

(211)

224

(88)

12

1.964

Totale indebitamento finanziario

53.266

1.370

(5.511)

8.899

(88)

527

58.463

Il valore nozionale dell’indebitamento a lungo termine al 31 dicembre 2019 registra un incremento di 5.197 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2018, quale risultante di nuove emissioni per 8.899 milioni di euro, dell’incremento del debito finanziario per leasing per 1.370 milioni di euro derivanti dall’applicazione del nuovo principio contabile internazionale IFRS 16, differenze negative di cambio per 527 milioni di euro solo parzialmente compensati da rimborsi per 5.511 milioni di euro ed altre movimentazioni del debito per (88) milioni di euro.

I rimborsi effettuati nel corso del 2019 sono relativi a prestiti obbligazionari per un importo pari a 1.652 milioni di euro ed a finanziamenti per un importo pari a 3.859 milioni di euro.

Nello specifico, tra le principali obbligazioni giunte in scadenza nel corso del 2019 si segnalano:

  • un controvalore di 617 milioni di euro relativi ad un prestito obbligazionario a tasso fisso emesso da Enel, scaduto nel mese di giugno 2019;
  • 125 milioni di euro relativi ad un prestito obbligazionario a tasso fisso emesso da Enel Finance International, scaduto nel mese di novembre 2019;
  • un controvalore di 331 milioni di euro relativo a due prestiti obbligazioni emessi da Enel Distribucion Sao Paulo ripagati anticipatamente nell’ambito di un’operazione di liablity management effettuata dalla società nel mese di giugno 2019.

Tra i principali rimborsi dei finanziamenti effettuati nell’esercizio si evidenziano:

  • 500 milioni di euro di finanziamenti di Enel SpA rimborsati anticipatamente;
  • 200 milioni di euro di finanziamenti bancari di Endesa, di cui 46 milioni relativi a finanziamenti sostenibili;
  • un controvalore di 459 milioni di euro di finanziamenti bancari di Enel Russia, di cui 73 milioni di euro relativi a finanziamenti sostenibili;
  • 285 milioni di euro relativi a finanziamenti sostenibili da parte di società italiane;
  • un controvalore di 1.782 milioni di finanziamenti di società sudamericane, di cui 248 milioni di euro relativi a finanziamenti sostenibili.

Le principali emissioni effettuate nel corso del 2019 sono relative a prestiti obbligazionari per un importo di 6.349 milioni di euro ed a finanziamenti per 2.550 milioni di euro.
Di seguito le caratteristiche principali delle operazioni finanziarie effettuate nel corso del 2019:

 

Emittente

Data di emissione

Importo in euro

Valuta di emissione

Tasso d'interesse

Tipologia tasso

Scadenza

Obbligazioni:

       
 

Enel Finance International

21/01/2019

1.000

Euro

1,50%

Tasso fisso

21/07/2025

 

Enel Finance International

10/09/2019

1.336

USD

2,65%

Tasso fisso

10/09/2024

 

Enel Finance International

17/10/2019

1.000

Euro

0,00%

Tasso fisso

17/06/2024

 

Enel Finance International

17/10/2019

1.000

Euro

0,375%

Tasso fisso

17/06/2027

 

Enel Finance International

17/10/2019

500

Euro

1,125%

Tasso fisso

17/10/2034

 

Codensa

07/03/2019

54

COP

CPI + 3,56%

Tasso variabile

07/03/2029

 

Codensa

07/03/2019

76

COP

6,30%

Tasso fisso

07/03/2023

 

Enel Distribuição Ceará

07/03/2019

77

BRL

CDI + 0,50% p.a.

Tasso variabile

15/03/2023

 

Enel Distribuição Ceará

07/03/2019

66

BRL

IPCA + 4,50% p.a.

Tasso variabile

15/03/2024

 

Enel Distribuição Rio

12/04/2019

221

BRL

108% CDI

Tasso variabile

15/03/2024

 

Enel Distribuição São Paulo

28/06/2019

155

BRL

CDI + 0,80% p.a.

Tasso variabile

15/05/2025

 

Enel Distribuição São Paulo

28/06/2019

177

BRL

IPCA + 4,01% p.a.

Tasso variabile

15/05/2026

 

Enel Green Power Volta Grande

05/11/2019

116

BRL

IPCA + 3,70% p.a.

Tasso variabile

15/10/2029

 

Enel Green Power Volta Grande

05/11/2019

63

BRL

IPCA + 3,70% p.a.

Tasso variabile

15/10/2029

        

Totale obbligazioni

  

5.840

    

Finanziamenti bancari:

       
 

Enel Distribuição Goias

24/01/2019

129

USD

Libor 3M + 0.10%

Tasso variabile

29/01/2021

 

Enel Distribuição Rio

04/02/2019

89

BRL

8.40%

Tasso fisso

07/02/2022

 

Endesa

19/03/2019

335

Euro

Euribor 6M + 0,45%

Tasso variabile

19/03/2034

 

Endesa

20/05/2019

300

Euro

Euribor 6M + 0,54%

Tasso variabile

10/05/2031

 

e- distribuzione

20/06/2019

250

Euro

Euribor 6M + 0,41%

Tasso variabile

20/06/2034

 

Enel Russia

24/07/2019

71

Rub

7,67%

Tasso fisso

24/07/2020

        

Totale finanziamenti bancari

  

1.174

    

 

I principali debiti finanziari a lungo termine del Gruppo contengono i covenant tipici della prassi internazionale. Tali indebitamenti sono rappresentati, in particolare, dalle emissioni obbligazionarie effettuate nell’ambito dei programmi di Global/Euro Medium Term Notes, dalle emissioni di strumenti obbligazionari non convertibili, subordinati ibridi (i c.d. “Bond Ibridi”) e dai finanziamenti concessi dalle banche e da altri istituti finanziari (tra cui la Banca Europea per gli Investimenti e Cassa Depositi e Prestiti SpA).

I principali covenant relativi alle emissioni obbligazionarie effettuate nell’ambito dei programmi di Global/Euro Medium Term Notes di Enel ed Enel Finance International NV (inclusi i c.d. “green bonds” di Enel Finance International NV, garantiti da Enel SpA, utilizzati per finanziare i c.d. “eligible green projects” del Gruppo) e quelli relativi ai prestiti obbligazionari emessi da Enel Finance International NV sul mercato americano, garantiti da Enel SpA, possono essere riassunti come segue:

  • clausole di “negative pledge”, in base alle quali l’emittente e il garante non possono creare o mantenere in essere ipoteche, pegni o altri vincoli, su tutti o parte dei propri beni o ricavi, a garanzia di determinati indebitamenti finanziari, a meno che gli stessi vincoli non siano estesi pariteticamente o pro quota ai prestiti obbligazionari in questione;
  • clausole di “pari passu”, in base alle quali i titoli obbligazionari e le relative garanzie costituiscono diretto, incondizionato e non garantito obbligo dell’emittente e del garante, sono senza preferenza tra loro e sono almeno allo stesso livello di “seniority” degli altri prestiti, non subordinati e non garantiti, presenti e futuri, dell’emittente e del garante;
  • clausole di “cross default”, in base alle quali, nel caso si verifichi un evento di inadempimento (superiore a specifiche soglie di rilevanza) su un determinato indebitamento finanziario dell’emittente o del garante e, in alcuni casi, delle società rilevanti, si verifica un inadempimento anche sui prestiti in questione che possono diventare immediatamente esigibili.

Nel corso del 2019 Enel Finance International N.V. ha emesso sul mercato europeo (nell’ambito del programma di emissioni obbligazionarie Euro Medium Term Notes - EMTN) e sul mercato americano due prestiti obbligazionari “sostenibili”, entrambi garantiti da Enel SpA, legati al raggiungimento di alcuni degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite che contengono gli stessi covenant degli altri prestiti obbligazionari della stessa tipologia.

I principali covenant relativi ai Bond Ibridi di Enel possono essere riassunti come segue:

  • clausole di subordinazione, in base alle quali ciascuno strumento obbligazionario ibrido è subordinato a tutte le altre emissioni obbligazionarie dell’emittente e ha un livello di “seniority” pari a quello degli altri strumenti finanziari ibridi emessi e superiore a quello degli strumenti di “equity”;
  • divieto di fusione con un’altra società e divieto di vendita o locazione di tutti o di una parte sostanziale dei propri asset a un’altra società, a meno che quest’ultima non subentri in tutte le obbligazioni in essere dell’emittente.

I principali covenant previsti nei contratti di finanziamento di Enel ed Enel Finance International NV e delle altre società del Gruppo possono essere riassunti come segue:

  • clausole di “negative pledge”, in base alle quali il debitore e, in alcuni casi, il garante sono soggetti a limitazioni in merito alla creazione di diritti reali di garanzia o altri vincoli su tutti o parte dei rispettivi beni o attività, fatta eccezione per i vincoli espressamente ammessi;
  • clausole sulle “disposals”, in base alle quali il debitore e, in alcuni casi, il garante non possono compiere atti di disposizione dei propri beni o attività, fatta eccezione per gli atti di disposizione espressamente ammessi;
  • clausole di “pari passu”, in base alle quali gli impegni di pagamento del debitore hanno lo stesso livello di “seniority” degli altri suoi obblighi di pagamento non garantiti e non subordinati;
  • clausole di “change of control” del debitore e, in alcuni casi, del garante, che potrebbero dare luogo alla rinegoziazione dei termini e delle condizioni dei finanziamenti o al rimborso anticipato obbligatorio dei prestiti concessi;
  • clausole di “rating”, che prevedono il mantenimento del rating del debitore o del garante al di sopra di determinati livelli;
  • clausole di “cross default”, in base alle quali, nel caso si verifichi un inadempimento (superiore a specifiche soglie di rilevanza) su un determinato indebitamento finanziario del debitore o, in alcuni casi, del garante, si verifica anche un inadempimento sui finanziamenti in questione che possono diventare immediatamente esigibili.

In alcuni casi, i covenant esaminati sono previsti anche a carico delle società rilevanti o delle società controllate dei soggetti obbligati. Tutti gli indebitamenti finanziari presi in considerazione prevedono gli “events of default” tipici della prassi internazionale, quali, per esempio, insolvenza, procedure concorsuali e cessazione dell’attività d’impresa.

Inoltre, si precisa che le garanzie rilasciate da Enel nell’interesse di e-distribuzione SpA, in relazione ad alcuni contratti di finanziamento stipulati tra la stessa e-distribuzione SpA e Cassa Depositi e Prestiti SpA, prevedono che, al termine di ogni periodo semestrale di misurazione, l’indebitamento finanziario netto consolidato di Enel non ecceda 4,5 volte l’EBITDA consolidato su base annua.

Si fa infine presente che l’indebitamento di Enel Américas SA ed Enel Chile SA e delle altre società controllate latinoamericane (in particolare Enel Generación Chile SA) contiene i covenant e gli “events of default” tipici della prassi internazionale e che alla data del 31 dicembre 2019 risultano pienamente rispettati.

La seguente tabella mostra gli effetti sul debito lordo a lungo termine a seguito delle coperture effettuate al fine di mitigare il rischio di tasso di cambio

Indebitamento finanziario a lungo termine per valuta post copertura

Milioni di euro

al 31.12.2019

al 31.12.2018

 

Struttura iniziale del debito

Impatto copertura del debito

Struttura del debito dopo la copertura

Struttura iniziale del debito

Impatto copertura del debito

Struttura del debito dopo la copertura

 

Saldo contabile

Valore nominale

%

   

Saldo contabile

Valore nominale

%

   

Euro

27.272

27.915

47,8%

20.218

48.133

82,3%

23.388

24.025

45,0%

18.901

42.926

80,6%

Dollaro USA

20.103

20.239

34,6%

(16.445)

3.794

6,5%

18.541

18.720

35,1%

(15.064)

3.656

6,9%

Sterlina inglese

4.354

4.394

7,5%

(4.394)

-

0,0%

4.750

4.794

9,0%

(4.794)

-

-

Peso colombiano

1.381

1.381

2,4%

-

1.381

2,4%

1.543

1.543

2,9%

-

1.543

2,9%

Real brasiliano

2.412

2.458

4,2%

968

3.426

5,9%

2.074

2.114

4,0%

1.207

3.321

6,2%

Franchi svizzeri

419

419

0,7%

(419)

-

0,0%

403

403

0,8%

(403)

-

-

Peso cileno / UF

414

421

0,7%

-

421

0,7%

700

710

1,3%

-

710

1,3%

Sol peruviano

426

426

0,7%

-

426

0,7%

404

404

0,8%

-

404

0,8%

Rublo russo

225

227

0,4%

-

227

0,4%

247

247

0,5%

73

320

0,6%

Altre valute

577

583

1,0%

72

655

1,1%

300

306

0,6%

80

386

0,7%

Totale Valute non euro

30.311

30.548

52,2%

(20.218)

10.330

17,7%

28.962

29.241

55,0%

(18.901)

10.340

19,4%

Totale

57.583

58.463

100,0%

-

58.463

100,0%

52.350

53.266

100,0%

-

53.266

100,0%


L’ammontare dell’indebitamento a tasso variabile che non è oggetto di copertura del rischio di tasso di interesse rappresenta il principale elemento di rischio a causa del potenziale impatto negativo sul Conto economico, in termini di maggiori oneri finanziari, nel caso di un eventuale aumento del livello dei tassi di interesse di mercato.

Milioni di euro

2019

2018

 

Ante copertura

%

Post copertura

%

Ante copertura

%

Post copertura

%

Tasso variabile

17.113

27,4%

12.208

19,6%

17.175

30,2%

12.983

22,8%

Tasso fisso

45.314

72,6%

50.219

80,4%

39.735

69,8%

43.927

77,2%

Totale

62.427

 

62.427

 

56.910

 

56.910

 


Al 31 dicembre 2019 il 27,4% dell’indebitamento finanziario è espresso a tassi variabili (30,2% al 31 dicembre 2018). Tenuto conto delle operazioni di copertura dal rischio tasso di interesse in hedge accounting, risultate efficaci in base a quanto previsto dagli IFRS-EU, l’esposizione al rischio tasso di interesse al 31 dicembre 2019 risulta pari a 19,6% dell’indebitamento finanziario (22,8% al 31 dicembre 2018). Ove si considerassero nel rapporto anche quei derivati su tassi di interesse ritenuti di copertura sotto il profilo gestionale, ma che non hanno tutti i requisiti necessari per essere considerati tali anche da un punto di vista contabile, l’indebitamento finanziario coperto risulterebbe pari al 80% rispetto all’esposizione (77% coperto al 31 dicembre 2018).

Tali risultati sono in linea con i limiti stabiliti nelle policy di Risk Management.

43.3.2 Finanziamenti a breve termine – Euro 3.917 milioni

Al 31 dicembre 2019 i finanziamenti a breve termine ammontano complessivamente a 3.917 milioni di euro, registrando un incremento di 301 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2018, e sono dettagliati nella tabella che segue:

Milioni di euro

   
 

al 31.12.2019

al 31.12.2018

Variazione

Debiti verso banche a breve termine

579

512

67

Commercial paper

2.284

2.393

(109)

Cash collateral e altri finanziamenti su derivati

750

301

449

Altri debiti finanziari a breve termine (1)

304

410

(106)

Indebitamento finanziario a breve

3.917

3.616

301

(1) Non include debiti finanziari correnti ricompresi nelle Altre passività finanziarie correnti.

I debiti finanziari verso banche a breve termine ammontano a 579 milioni di euro.
I debiti rappresentati da Commercial Paper, pari a 2.284 milioni di euro, si riferiscono alle emissioni in capo ad Enel Finance International, Enel Finance America, Endesa ed alcune società sudamericane.
Tra i principali programmi di Commercial Paper si segnalano:

  • 6.000 milioni di euro di Enel Finance International con la garanzia di Enel SpA;
  • 3.000 milioni di euro di Endesa;
  • 3.000 milioni di dollari statunitensi, equivalenti a 2.671 milioni di euro al 31 dicembre 2019 di Enel Finance America.