42. Altre passività correnti – Euro 13.161 milioni

Milioni di euro

    
 

al 31.12.2019

al 31.12.2018

2019-2018

Debiti diversi verso clienti

1.670

1.773

(103)

-5,8%

Debiti verso operatori istituzionali di mercato

4.507

3.945

562

14,2%

Debiti verso il personale

496

472

24

5,1%

Debiti tributari diversi

1.082

1.093

(11)

-1,0%

Debiti verso istituti di previdenza

212

212

-

-

Contingent consideration

116

109

7

6,4%

Debiti per opzioni di vendita concesse a minoranze azionarie

3

-

3

-

Ratei e risconti passivi correnti

372

459

(87)

-19,0%

Debiti per dividendi

2.143

1.913

230

12,0%

Altri

2.560

2.131

429

20,1%

Totale

13.161

12.107

1.054

8,7%

I “Debiti diversi verso clienti” accolgono depositi cauzionali per 880 milioni di euro (936 milioni di euro al 31 dicembre 2018) relativi a importi ricevuti dai clienti in Italia in forza del contratto di somministrazione dell’energia e del gas. In particolare, i depositi relativi alla vendita di energia elettrica, sull’utilizzo dei quali non esistono restrizioni, a seguito della sottoscrizione vengono classificati tra le passività correnti in quanto la Società non ha un diritto incondizionato di differirne il rimborso oltre i 12 mesi.
I “Debiti verso operatori istituzionali di mercato” includono i debiti relativi all’applicazione dei meccanismi di perequazione sull’acquisto di energia elettrica nel mercato elettrico italiano per 3.064 milioni di euro (2.546 milioni di euro al 31 dicembre 2018), nel mercato spagnolo per 1.267 milioni di euro (1.131 milioni di euro al 31 dicembre 2018) e nel mercato dell’America Latina per 176 milioni di euro (268 milioni di euro al 31 dicembre 2018).
La variazione dei “Debiti per dividendi” è relativa prevalentemente alla rilevazione dell’acconto sul dividendo di Enel SpA, che da regolamento si liquida a gennaio dell’esercizio successivo. Nel 2019 l’acconto su dividendo ammonta complessivamente a 1.627 milioni di euro, mentre nell’esercizio a confronto ammontava a 1.423 milioni di euro.
L’incremento degli “Altri” debiti è relativo principalmente alla definizione di un contenzioso di Enel Distribuição São Paulo con Eletrobras, che nelle partite correnti incide per 73 milioni di euro ma che trova riflesso anche nelle partite non correnti alla cui nota di commento si rimanda, e alla rilevazione del debito associato all’acquisto, attraverso intermediari finanziari (share swap), di ulteriori quote azionarie in Enel Américas ed Enel Chile. L’importo complessivo di tale debito al 31 dicembre 2019 è di 358 milioni di euro.