36. Benefìci ai dipendenti – Euro 3.771 milioni

 

Il Gruppo riconosce ai dipendenti varie forme di benefíci individuati nelle prestazioni connesse a “trattamento di fine rapporto” di lavoro, mensilità aggiuntive per raggiunti limiti di età o per maturazione del diritto alla pensione di anzianità, premi di fedeltà per il raggiungimento di determinati requisiti di anzianità in azienda, previdenza e assistenza sanitaria integrativa, sconti sul prezzo di fornitura dell’energia elettrica consumata a uso domestico e altre prestazioni simili. In particolare:

  • la voce “Benefíci pensionistici” accoglie, per quanto riguarda l’Italia, la stima degli accantonamenti destinati a coprire i benefíci relativi al trattamento di previdenza integrativa dei dirigenti in quiescenza e le indennità spettanti al personale, in forza di legge o di contratto, al momento della cessazione del rapporto di lavoro. Per quanto riguarda le società estere tale voce si riferisce invece ai benefíci dovuti successivamente alla conclusione del rapporto di lavoro, tra cui si segnalano per significatività i piani per benefíci pensionistici di Endesa, in Spagna, che si distinguono in tre tipologie diverse a seconda dell’anzianità del dipendente e della sua provenienza. In generale, a seguito dell’accordo quadro del 25 ottobre 2000, i dipendenti partecipano a un piano dedicato a contribuzione definita per le prestazioni pensionistiche e a un piano a benefíci definiti per quanto riguarda i casi di invalidità e di morte di dipendenti in servizio, per la copertura dei quali sono operanti idonee polizze assicurative. Si aggiungono, poi, due piani diversi e a numero chiuso (i) per i dipendenti Endesa, in servizio e non, per i quali si applicava il contratto collettivo dei lavoratori del settore elettrico ante modifica dell’accordo quadro sopra citato e (ii) per i dipendenti provenienti dalle società catalane incorporate in passato (Fecsa/Enher/HidroEmpordà). Entrambi i piani sono a benefíci definiti e le prestazioni previste sono integralmente assicurate, eccezion fatta nel primo per le prestazioni in caso di morte di personale già in pensione. Infine, sono presenti alcuni piani pensionistici a benefíci definiti in vigore presso le società che operano in Brasile; 
  • la voce “Sconto energia” accoglie benefíci relativi alla fornitura di energia elettrica afferenti alle società estere. Per quanto riguarda l’Italia, infatti, tale beneficio – assegnato fino alla fine del 2015 ai soli dipendenti in stato di quiescenza – è stato revocato unilateralmente; 
  • la voce “Assistenza sanitaria” accoglie le prestazioni garantite a dipendenti o ex dipendenti a fronte di spese mediche da essi sostenute; 
  • la voce “Altri benefíci” accoglie principalmente premi fedeltà, diffusi in vari Paesi e che per quanto riguarda l’Italia sono relativi alla stima degli oneri destinati alla copertura del beneficio che spetta al personale cui viene applicato il CCNL elettrico, al raggiungimento di determinati requisiti di anzianità in azienda (25° e 35° anno di servizio), nonché altri piani di incentivazione che prevedono l’assegnazione, in favore di alcuni dirigenti della Società, del diritto a un controvalore monetario, a titolo di premio, previa verifica di determinate condizioni. 

La tabella di seguito riportata evidenzia la variazione delle passività per benefíci definiti dopo la cessazione del rapporto di lavoro e per altri benefíci a lungo termine, rispettivamente, al 31 dicembre 2019 e al 31 dicembre 2018 nonché la riconciliazione di tale passività con la passività attuariale.

Milioni di euro

2019

2018

 

Benefici pensionistici

Sconto

Piani medici

Altri benefici

Totale

Benefici pensionistici

Sconto

Piani medici

Altri benefici

Totale

VARIAZIONI NELLA PASSIVITA' ATTUARIALE

          

Passività attuariale ad inizio esercizio

5.072

767

253

231

6.323

2.413

739

253

254

3.659

Costo normale

20

4

4

32

60

16

4

5

36

61

Oneri finanziari

335

15

10

5

365

247

14

10

5

276

(Utili)/Perdite da cambiamenti nelle assunzioni demografiche

(16)

-

1

-

(15)

(2)

-

-

-

(2)

(Utili)/Perdite da cambiamenti nelle assunzioni finanziarie

701

91

15

8

815

213

(10)

4

(5)

202

(Utili)/Perdite derivanti dall'esperienza

94

55

(4)

13

158

21

48

2

7

78

Costo relativo a prestazioni di lavoro passate

(8)

-

-

2

(6)

(1)

-

-

7

6

(Utili)/Perdite derivanti da settlements

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

(Utili)/Perdite su cambi

(84)

-

(2)

1

(85)

(114)

(1)

(9)

(6)

(130)

Contributi versati dalla società

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

Contributi versati dal dipendente

2

-

-

-

2

2

-

-

-

2

Erogazioni

(431)

(31)

(14)

(45)

(521)

(370)

(30)

(12)

(65)

(477)

Altri movimenti

6

3

-

(5)

4

2.647

3

-

(2)

2.648

Passività classificata per la vendita

-

-

-

-

-

-

-

-

-

-

Passività attuariale a fine esercizio ( A )

5.691

904

263

242

7.100

5.072

767

253

231

6.323

VARIAZIONI NELLE ATTIVITA' AL SERVIZIO DEI PIANI

          

Fair value dei plan assets ad inizio esercizio

3.160

-

-

-

3.160

1.317

-

-

-

1.317

Proventi finanziari

235

-

-

-

235

173

-

-

-

173

Rendimento atteso delle attività a servizio dei piani escluso quanto riportato nei proventi finanziari

272

-

-

-

272

70

-

-

-

70

(Utili)/Perdite su cambi

(50)

-

-

-

(50)

(82)

-

-

-

(82)

Contributi versati dalla società

186

31

14

16

247

171

30

12

24

237

Contributi versati dal dipendente

2

-

-

-

2

2

-

-

-

2

Erogazioni

(431)

(31)

(14)

(16)

(492)

(370)

(30)

(12)

(24)

(436)

Altri pagamenti

    

-

    

-

Variazioni nell'area di consolidamento

-

-

-

-

-

1.879

-

-

-

1.879

Fair value dei plan assets a fine esercizio ( B )

3.374

-

-

-

3.374

3.160

-

-

-

3.160

EFFETTO DELL'ASSET CEILING

          

Asset ceiling ad inizio esercizio

24

-

-

-

24

64

-

-

-

64

Proventi finanziari

2

-

-

-

2

4

-

-

-

4

Cambi nell'asset ceiling

20

-

-

-

20

(38)

-

-

-

(38)

(Utili)/Perdite su cambi

(1)

-

-

-

(1)

(6)

-

-

-

(6)

Variazioni nell'area di consolidamento

    

-

    

-

Asset ceiling a fine esercizio ( C )

45

-

-

-

45

24

-

-

-

24

Passività riconosciuta in bilancio (A-B+C)

2.362

904

263

242

3.771

1.936

767

253

231

3.187

     

Milioni di euro

  
 

2019

2018

(Utili)/perdite a conto economico

  

Costo normale e costo relativo a prestazioni di lavoro passate

32

39

Oneri finanziari netti

129

107

(Utili)/Perdite derivanti da settlements

-

-

(Utili)/Perdite derivanti da altri benefici a lungo termine

25

28

Altri movimenti

-

(4)

Totale

186

170

   

Milioni di euro

  
 

2019

2018

Variazione negli (utili)/perdite in OCI

  

Rendimento atteso delle attività a servizio dei piani escluso quanto riportato nei proventi finanziari

(272)

(70)

(Utili)/Perdite su piani a benefici definiti

958

282

Variazioni nell'asset ceiling escluso quanto riportato nei proventi finanziari

20

(38)

Altri movimenti

(4)

(2)

Totale

702

172

La variazione nel costo rilevato a Conto economico è pari a 16 milioni di euro. L’impatto a Conto economico risulta quindi in aumento rispetto a quanto registrato nel corso del 2018, principalmente per effetto degli interessi dei fondi pensione presenti in Enel Distribuição São Paulo in Brasile.
La passività riconosciuta in bilancio a fine esercizio è esposta al netto del fair value delle attività a servizio dei piani, pari a 3.374 milioni di euro al 31 dicembre 2019. La composizione di tali attività, totalmente concentrata in Spagna e Brasile, è sintetizzabile come di seguito riportato.

 

2019

2018

Investimenti quotati in mercati attivi

  

Azioni

8%

8%

Titoli a reddito fisso

68%

65%

Investimenti immobiliari

3%

4%

Altro

-

-

Investimenti non quotati

  

Asset detenuti da compagnie assicurative

-

-

Altro

21%

23%

Totale

100%

100%

     

Le principali assunzioni utilizzate nella stima attuariale delle passività per benefíci ai dipendenti e delle attività al servizio dei piani, determinate in coerenza con l’esercizio precedente, sono evidenziate nella seguente tabella.

 

Italia

Iberia

 America Latina

Altri Paesi

Italia

Iberia

America Latina

Altri Paesi

 

2019

2018

Tasso di attualizzazione

0,00% - 0,70%

0,00% - 1,14%

3,40% - 7,59%

1,20% - 6,45%

0,25% - 1,50%

0,21% - 1,75%

4,70% - 9,15%

1,50% - 8,77%

Tasso di inflazione

0,70%

2,00%

3,00% -8,00%

1,00% - 3,94%

1,50%

2,00%

3,00% - 4,00%

1,50% - 4,14%

Tasso di incremento delle
retribuzioni

0,70% - 1,70%

2,00%

3,80% - 8,00%

2,50% - 3,94%

0,025

2,00%

3,80% - 5,00%

3,00% - 4,20%

Tasso di incremento costo
spese sanitarie

1,70%

3,20%

7,12% - 8,00%

-

2,50%

3,20%

7,12% - 8,00%

-

Tasso di rendimento atteso delle
attività al servizio del piano

-

1,09%

6,44% -7,38%

-

-

1,75%

8,63%-9,04%

-

Di seguito si riporta un’analisi di sensitività che illustra gli effetti sulla passività attuariale per benefíci definiti a seguito di variazioni, ragionevolmente possibili alla fine dell’esercizio, di ciascuna singola ipotesi attuariale rilevante adottata nella stima della predetta passività.

 

 

Benefici pensionistici

Sconto elettricità

Piani medici

Altri benefici

Benefici pensionistici

Sconto elettricità

Piani medici

Altri benefici

 

al 31.12.2019

al 31.12.2018

Decremento 0,5% tasso di attualizzazione

321

78

15

5

280

63

9

3

Incremento 0,5% tasso di attualizzazione

(285)

(73)

(19)

(7)

(243)

(59)

(12)

(9)

Incremento 0,5% tasso di inflazione

(2)

(74)

(5)

(3)

(5)

(59)

(3)

(6)

Decremento 0,5% tasso di inflazione

31

79

10

1

32

61

3

2

Incremento  0,5% delle retribuzioni 

19

2

(2)

5

10

(2)

(3)

1

Incremento  0,5% delle  pensioni in corso di erogazione

9

(2)

(3)

(1)

11

(2)

(3)

(3)

incremento 1% costi assistenza sanitaria

-

-

12

-

-

-

32

-

Incremento di 1 anno dell'aspettativa di vita dipendenti in forza e pensionati

179

36

19

(1)

155

25

8

(3)

L’analisi di sensitività sopra indicata è stata determinata applicando una metodologia che estrapola l’effetto sulla passività attuariale per benefíci definiti, a seguito della variazione ragionevole di una singola assunzione, lasciando invariate le altre.

L’ammontare dei contributi che si prevede di versare relativamente ai piani a benefíci definiti nell’esercizio successivo ammonta a 177 milioni di euro.

Di seguito si illustrano i pagamenti dei benefíci attesi nei prossimi esercizi per piani a benefíci definiti.

Milioni di euro

  
 

al 31.12.2019

al 31.12.2018

Entro 1 anno

461

436

tra 1 -2 anni

447

429

tra 2 -5 anni

1.288

1.273

Oltre 5 anni

2.040

2.017