26. Altre attività finanziarie non correnti – Euro 6.006 milioni

 

Milioni di euro

    
 

al 31.12.2019

al 31.12.2018

2019-2018

Partecipazioni in altre imprese valutate al fair value

72

63

9

14,3%

Crediti e titoli inclusi nell'indebitamento finanziario netto (vedi Nota 26.1)

3.185

3.272

(87)

-2,7%

Accordi per servizi in concessione

2.702

2.415

287

11,9%

Risconti attivi finanziari non correnti

47

19

28

-

Totale

6.006

5.769

237

4,1%

La variazione delle “Altre attività finanziarie non correnti” risente in particolar modo del più alto valore degli “Accordi per servizi in concessione”, registrati soprattutto in Brasile e che si riferiscono ai corrispettivi dovuti dal concedente per la costruzione e/o il miglioramento delle infrastrutture asservite all’erogazione di servizi pubblici in concessione e rilevati a seguito dell’applicazione dell’IFRIC12.

Di seguito il dettaglio della voce “Partecipazioni in altre imprese valutate al fair value”:

Milioni di euro

 

 

 
 

al 31.12.2019

Quota % 

al 31.12.2018

Quota %

2018-2019

Galsi

14

17,6%

14

17,6%

-

Empresa proprietaria de la red sa

17

11,1%

17

11,1%

-

European Energy Exchange

8

2,2%

8

2,2%

-

Athonet s.r.l.

7

16,0%

7

16,0%

-

Korea Line Corporation

2

0,3%

2

0,3%

-

Hubject gmbh

10

12,5%

-

-

10

Altre

14

 

15

 

(1)

Totale

72

 

63

 

9

 

26.1 Altre attività finanziarie non correnti incluse nell’indebitamento finanziario netto - Euro 3.185 milioni

Milioni di euro

    
 

al 31.12.2019

al 31.12.2018

2019-2018

Titoli al FVOCI

416

360

56

15,6%

Crediti finanziari diversi

2.769

2.912

(143)

-4,9%

Totale

3.185

3.272

(87)

-2,7%

I “Titoli al FVOCI” rappresentano gli strumenti finanziari nei quali le società assicurative olandesi investono parte della loro liquidità.

La riduzione dei crediti finanziari diversi è principalmente riconducibile: 

  • per 96 milioni di euro, alla riclassifica da crediti finanziari a medio e lungo termine a crediti finanziari e titoli a breve termine del credito di e-distribuzione verso CSEA (55 milioni di euro) e del credito (41 milioni di euro) relativo al rimborso degli oneri straordinari sostenuti dai distributori per il programma di dismissione anticipata dei contatori elettromeccanici sostituiti con quelli elettronici;  
  • per 220 milioni di euro, al decremento del credito finanziario che nel 2018 era stato registrato da Enel North America verso EGPNA Preferred Wind Holdings. Tale prestito è stato rimborsato con il riacquisto di EGPNA REP;
  • all’aumento di 106 milioni di euro del credito di Enel Finance International verso Slovak Power Holding.