16. Immobili, impianti e macchinari – Euro 79.809 milioni

Il dettaglio e la movimentazione delle attività materiali relativi all’esercizio 2019 sono di seguito riportati.

Milioni di euro

Terreni

Fabbricati

Impianti e macchinari

Attrezzature industriali e commerciali

Altri beni

Beni in leasing

Miglioriesu immobilidi terzi

Immob. in corsoe acconti

Totale

Costo storico al netto degli impairment cumulati

655

9.919

158.257

503

1.401

1.077

411

6.092

178.315

Fondo ammortamento

-

5.303

94.314

345

1.095

363

264

-

101.684

Consistenza al 31.12.2018

655

4.616

63.943

158

306

714

147

6.092

76.631

Investimenti

3

43

1.742

33

61

7

3

6.340

8.232

IFRS 16 al 1° gennaio 2019

-

-

-

-

-

1.370

-

-

1.370

Passaggi in esercizio

18

313

3.451

1

39

-

15

(3.837)

-

Differenze di cambio

(5)

31

(322)

-

(3)

9

-

(144)

(434)

Variazioni perimetro di consolidamento

9

105

834

-

2

51

2

(18)

985

Dismissioni

(6)

(13)

(66)

(2)

(3)

(64)

(1)

-

(155)

Ammortamenti

-

(189)

(3.885)

(26)

(91)

(260)

(30)

-

(4.481)

Impairment

(31)

(286)

(3.230)

(1)

(3)

-

-

(394)

(3.945)

Ripristini di valore

-

115

167

-

-

-

-

-

282

Altri movimenti

20

151

1.140

(2)

14

174

-

240

1.737

Riclassifica da/ad “Attività classificate come possedute per la vendita”

-

(90)

(310)

-

-

-

-

(13)

(413)

Totale variazioni

8

180

(479)

3

16

1.287

(11)

2.174

3.178

Costo storico al netto degli impairment cumulati

663

10.265

160.068

527

1.471

2.614

427

8.266

184.301

Fondo ammortamento

-

5.469

96.604

366

1.149

613

291

-

104.492

Consistenza al 31.12.2019

663

4.796

63.464

161

322

2.001

136

8.266

79.809

     

Gli “Impianti e macchinari” includono beni gratuitamente devolvibili per un valore netto di libro di 8.976 milioni di euro (8.747 milioni di euro al 31 dicembre 2018), sostanzialmente riferibili a impianti di produzione di energia elettrica nella Penisola iberica e America Latina per 4.267 milioni di euro (4.390 milioni di euro al 31 dicembre 2018) e alla rete di distribuzione di energia elettrica in America Latina per 3.911 milioni di euro (3.806 milioni di euro al 31 dicembre 2018).

Per i “Beni in leasing” si rinvia alla successiva nota 18.

Nel seguito vengono sintetizzati gli investimenti effettuati nel corso del 2019 per tipologia. Tali investimenti, complessivamente pari a 8.924 milioni di euro, registrano un incremento rispetto al 2018 di 2.394 milioni di euro, particolarmente concentrato negli impianti di generazione solare.

Milioni di euro

 
 

2019

2018

Impianti di produzione:

  

- termoelettrici

602

400

- idroelettrici

382

504

- geotermoelettrici

145

114

- nucleare

130

156

- con fonti energetiche alternative

3.695

2.170

Totale impianti di produzione

4.954

3.344

Reti di distribuzione di energia elettrica(1)

3.874

3.090

Terreni e fabbricati, altri beni e attrezzature

96

96

TOTALE

8.924

6.530

(1) I valori del 2019 includono 692 milioni di euro riferiti a investimenti in infrastrutture comprese nell’IFRIC 12 (271 milioni nel 2018).

Gli investimenti in impianti di generazione ammontano a 4.954 milioni di euro, con un incremento di 1.610 milioni di euro rispetto all’esercizio precedente, sostanzialmente a seguito di maggiori investimenti in impianti di generazione da fonti energetiche alternative. Gli investimenti in impianti di produzione si riferiscono principalmente a impianti eolici in Nord America, Spagna, Brasile, Sudafrica e Grecia e impianti solari negli Stati Uniti, Brasile, Spagna.
Gli investimenti sulla rete di distribuzione di energia elettrica ammontano a 3.874 milioni di euro e risultano in incremento di 784 milioni di euro rispetto all’esercizio precedente e sono da riferire prevalentemente al miglioramento della qualità del servizio in Italia, Brasile e alla realizzazione degli Smart Meter per 730 milioni di euro.

La “Variazione del perimetro di consolidamento” dell’esercizio 2019 si riferisce principalmente all’acquisizione del controllo di alcune società di EGPNA REP, joint venture detenuta al 50% da EGPNA (ora ridenominata Enel North America ) e per il restante 50% da General Electric Capital’s Energy Financial Services, precedentemente valutate con il metodo del patrimonio netto (1.033 milioni di euro), all’acquisizione di Tradewind Energy, società di sviluppo progetti rinnovabili negli Stati Uniti, e di Yousave Spa.

Gli impairment sono riferiti principalmente all’adeguamento dei valori di iscrizione di alcuni impianti a carbone in Italia, Spagna, Cile e Russia.
In particolare in Cile sono stati effettuati adeguamenti di valori di due impianti anche a seguito dell’accordo raggiunto con il governo cileno sulla loro dismissione anticipata e, in Russia dell’impianto a carbone di Reftinskaya in ragione della cessione.
In Spagna, nel corso del terzo trimestre 2019, il peggioramento dello scenario di riferimento relativo all’andamento del prezzo delle commodity e al funzionamento del mercato delle emissioni di CO2, ha compromesso la competitività degli impianti a carbone. In Italia, oltre ad un peggioramento dello scenario, l’attuazione della nuova disciplina del sistema di remunerazione della disponibilità della capacità produttiva (Capacity Market) ha ristretto l’ambito d’applicazione futura per gli impianti a più elevate emissioni di CO2, prevedendo l’estromissione della tecnologia a carbone dal mercato elettrico. Per tali motivi il valore contabile di taluni impianti a carbone in Italia e in Spagna comprensivi anche dei relativi oneri di smaltimento, è stato svalutato per complessivi 3.527 milioni di euro.
Tali impatti sono stati in parte compensati dal ripristino di impairment sugli impianti a gas in Italia per 265 milioni di euro ad esito degli impairment test.

La “riclassifica da/ad attività possedute per la vendita” è da riferirsi principalmente all’impianto di Reftinskaya GRES, venduto da Enel Russia e JSC “Kuzbassenergo” nell’ultimo trimestre 2019.

Gli “altri movimenti” includono l’accantonamento degli oneri smantellamento e ripristino impianti in Italia e Spagna per 825 milioni di euro riferito prevalentemente agli impianti a carbone, gli effetti dello IAS 29 sugli impianti immobili e macchinari per un valore complessivo di 462 milioni di euro, nonché l’effetto della capitalizzazione degli interessi su finanziamenti specificatamente dedicati a investimenti effettuati per 159 milioni di euro (77 milioni di euro nel 2018) così dettagliati:

Milioni di euro

      
 

2019

Tasso %

2018

Tasso %

2019-2018

Enel Green Power Spa

4

1,2%

4

1,7%

-

-

Enel Green Power Brazil (BRL)

16

5,8%

19

0,9%

(3)

-15,8%

Enel Green Power North America

16

0,2%

9

0,5%

7

77,8%

Enel Green Power Mexico

36

7,0%

3

5,2%

33

-

Enel Green Power South Africa

17

6,4%

6

6,3%

11

-

Gruppo Enel Americas

14

8,3%

16

8,5%

(2)

-12,5%

Gruppo Enel Chile

12

8,0%

9

7,7%

3

33,3%

Gruppo Endesa

3

1,8%

4

1,9%

(1)

-25,0%

Gruppo Enel Green Power Spagna

3

1,8%

-

-

3

-

Gruppo Enel Russia

5

9,1%

-

-

5

-

Gruppo Enel Green Power India

3

7,5%

-

-

3

-

Enel Produzione

9

4,8%

7

4,8%

2

28,6%

Enel Finance International

21

1,6%

-

-

21

-

Totale

159

 

77

 

82

-

Al 31 dicembre 2019, l’ammontare degli impegni contrattuali in essere per l’acquisto di immobili, impianti e macchinari è pari a 763 milioni di euro.